La Scuola OnLine

login



Statistiche

STORIA DEL PLESSO


 

 

Non avendo trovato notizie relative all’edificio che ospita la scuola dell’infanzia” E. de Amicis” di Cà Zen Lusia, sono stati qui raccolti dei ricordi di alunni che hanno frequentato questa scuola.

“Ho frequentato la scuola elementare di Cà Zen nei primi anni del ‘900, fino alla terza elementare, anche perché allora esistevano solo due classi (I e II insieme e III)…poi sono andata a lavorare perché in casa c’era bisogno del contributo di tutti ed io sapevo bene sferuzzare…quante calze ho preparato anche per le mie maestre Sansoni, Barbaru’, Tabai, Scarpa, Fioretto, Dallara” (Elisa Passarotto tramite i ricordi del figlio Aldo).

“Quando andavo a scuola io, negli anni ’50, al primo piano vi erano ancora due grandi aule che ospitavano pluriclassi per i numerosi bambini delle vie Saline, Grompo e Ronchello. Sopra c’erano due piccoli ma confortevoli appartamenti per le famiglie dei maestri. Ma era fuori la vera gioia, con quel grande cortile dove svolgevamo lunghe ricreazioni e che ci ospitava festosi sia prima che dopo le lezioni. Infatti, soprattutto nei periodi invernali, quando il pasto principale delle nostre famiglie contadine era alle quattro del pomeriggio, il freddo lo combattevamo correndo e giocando lì nel cortile della scuola di Cà Zen. In queste gelide giornate le aule erano riscaldate da grandi stufe di terracotta, con legna che molto spesso anche noi contribuivamo a tagliare da vecchie travi e tavolame, residui della guerra” (Renato 1947).

“Finalmente negli anni ottanta è stata istituita a Cà Zen anche la scuola materna statale. Le elementari erano al primo piano, distribuite su ben quattro aule ricavate dagli appartamenti che ospitavano precedentemente le famiglie dei maestri (la classe quinta bisognava frequentarla nella scuola in centro a Lusia) e la scuola materna al piano terra. Io affiancavo come tuttofare mia moglie Elena, bidella, cuoca e assistente. Siamo rimasti volentieri tanti anni ed abbiamo assistito anche al trasferimento definitivo di tutte le classi elementari a Lusia” (Riccardo Masiero ed Elena Bazan tramite i ricordi della figlia Franca).

 

Italian - Italy

Questo sito utilizza i Cookie per gestire autenticazione, la navigazione e altre funzionalità. Utilizzando questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.       Privacy policy